lunedì 19 dicembre 2011

Commentino post Juventus - Novara


Ieri la Juventus ha creato almeno 10 palle gol nitide da buttare solo in rete e ne ha realizzate solo due, sinceramente non è un gran segno. Credo e spero che la Juve nel suo insieme non si stia montando troppo la testa perché credere di essere il Barcellona è facile, imitarlo lo è molto molto meno.

Conte è una garanzia ma giocatori in campo mi son sembrati un tantino leziosi, vogliosi della giocata ad effetto e poco propensi a concludere in modo efficace senza tanti fronzoli, spero che il coach usi la mazza chiodata non solo con Pepe in questi due giorni che ci separano dal match con l' Udinese.

Nel complesso la partita è stata piacevole, ci ha confermato un Buffon in stato di grazia e un ritrovato De Ceglie discreto in entrambe le fasi, voglioso di fare e di stupire, la conferma di Pepotto che oramai incarna al 100% il vero spirito della storia juventina.

Partendo da Buffon non posso che confermare quanto detto sulla sua prestazione scorsa, è dimagrito almeno 5-6kg e si vedono moltissimo sul viso molto scavato, reattività d'altri tempi e tuffo spettacolare a salvare il risultato della partita da vero numero uno. 8.

Lichtsteiner è vergognosamente costante, si arrabbia, corre, sbaglia i cross, avrebbe bisogno di un Zaccardo che gli desse un po' il cambio. Sgarrupato. 6 1/2.

Barzagli è davvero un difensore tra i più bravi e costanti in Italia se non addirittura in Europa, impressionante la sicurezza che trasmette all'intero reparto con interventi puliti, precisi quanto muscolari. Maledettamente bravo. 7.

Chiellini rimesso al centro ci teneva a far bene perché vorrebbe dimostrare al coach che quello interpretato ieri è e sarebbe il suo ruolo preferito, diciamo che messo in mezzo con un Barzagli mundial si sente e ci fa sentire tutti più a nostro agio. Conte è avvisato. 6/7.

Un sorprendente De Ceglie si riprende la fascia sinistra e lo fa con decisione e caparbietà, il piede è sempre il numero 57 che tocca la sfera solo col piattone però la zucca del ragazzo gli permette di sfoderare una prestazione davvero di livello. Perfetto nei tanti cross sciabolati al centro del mucchio selvaggio (Ditemi che Piccinini non sia gay...). Bravo Paolino. 7.

Giaccherini è un'ala e meno una mezzala con compiti anche di copertura, bravo negli inserimenti e nelle accelerazioni ma certi palloni persi a metà campo sono o dovrebbero essere un campanello d'allarme per mister Conte, in quel ruolo serve un giocatore un po' più concreto. Tira mozzarelle sul portiere avversario forse perché gli hanno detto che la kriptonite per zorro fosse il prodotto buonissimo delle campagne del basso lazio. La bufala è bbbbuona ma non si scaglia sul portiere avversario, è maleducazione e il buon Jack dovrebbe saperlo. 6/7.

Marchisio ieri ha fatto un lavoro anonimo e sporchino, ha recuperato diverse palle al centro del campo e ha dato un minimo di geometrie insieme a Pirlo, disegni che Giaccherini devastava con le sue incursioni un po' debosciate dall'esterno verso l'interno venti metri più indietro del consentito. 6 1/2.

Pirlo ha fatto benino perché mai messo sotto pressione, in e vid ente calo rispetto all'inizio del campionato ma i suoi cross al bacio meritavano un'ariete stile Luca Toni e non Del Piero o Pepe. Le vacanze di Natale gli faranno molto bene. 6+.

Pepotto nostro si è meritato il titolo di migliore in campo sfoderando una prestazione magistrale, ha sprecato qualcosa, ha fatto una figura barbina tentando di fare una cosa che sarebbe meglio evitare a meno di non chiamarsi Del Piero ma ha segnato un gol veloce e necessario al match. Bravissimo nella sua duttilità tattica con azioni ficcanti sia dalla destra che dalla sinistra. 8 1/2.

Quagliarella è bravo, si mangia la sua sfogliatjella e va in campo per fare e far fare gol. Bellissima segnatura, partita ancora in crescendo ma il giocatore doveva solo riprendersi perché la sua qualità tecnica e umana è indiscutibile. 7+.

Del Piero ha cercato in tutti i modi di fare gol ma la dea bendata gli volta le spalle da tempo ormai e anche lui ci ha messo del suo ieri. Va bene così, la leggenda ci fa onore della sua presenza e noi non possiamo che esserne felici. 6.

Pazienza ha dato concretezza e compattezza al centrocampo, la Juve soffriva troppo le incursioni dei giocatori del Novara e con un po' di ritardo Conte toglie Pirlo e inserisce il pugliese. Giocatore molto utile alla causa, concentrato, bravo. 6 1/2.

Estigarribia è un giocatore di conte, corre molto, si sbatte, ha qualche amnesia ma copre bene il suo spazio di competenza. Non è Ribery ma il suo compitino lo svolge sempre bene e poi è un idolo dei tifosi. 6.

Matri è già in vacanza, con una bella figliola come la sua già me ne sarei partito per qualche meta esotica. Fortunato. s.v.

Conte si merita un voto non troppo positivo, la gestione dei cambi dovrebbe essere più pronta e decisa, ieri il Novara per 15 minuti ha fatto vedere i sorci verdi alla difesa juventina poco coperta da un centrocampo leggero e stanco, il cambio di Pirlo doveva essere più repentino a mio avviso. La Juve ha vinto anche ieri ed è prima in classifica e questo vuol solo dire che ha ragione lui, però un po' più di elasticità non gli farebbe affatto male. 6+

Vecovaro

Imitazione Parodia Antonio Conte - Udinese Juventus e vacanze di natale

">

Conferenza Stampa di Antonio Conte post Juventus Novara 2 0

">

Juventus-Novara 2-0. Intervista a Conte 720p

">

Juventus-Novara 2-0. Intervista a Quagliarella 720p

">

Juventus Novara Interviste a Paolo De Ceglie e Beppe Parotta

">

Juventus-Novara 2-0. Intervista a Pepe

">

Juventus Novara 2-0 - Commento ZULIANI - I gol di Pepe e Quagliarella

">

Highlights Juventus - Novara 2 - 0

">

Juventus - Novara 2-0 - Riscaldamento e premiazione Pepe "uomo del mese"

">

Claudio Zuliani con Ilario Castagner prima di Juventus

">

Della Valle Insiste : " Guido Rossi si Nasconde "17 12 2011

">

mercoledì 14 dicembre 2011

Rapporto sullo stato dell'unione

Caro lettore del blog più scarso del web oggi mi sono deciso a tentare un consuntivo molto spicciolo su questa Juventus targata Antonio Conte, spero di far cosa gradita.

Non si può non iniziare questa breve disamina nell'evidenziare quanto e come il nostro coach abbia impresso alla squadra e conseguentemente alla società la vecchia e nuova impronta cromosomica juventina, solo un portavoce di rango dell'ancien régime come il pugliese poteva trasmettere ai nuovi arrivati quei valori bianconeri seppelliti da strati di polvere vecchi di cinque anni, quegli strati di polvere accumulati nella gestione "azzardata" dell'ex manager della juventus Jean Claude Blanc.

La Juve ereditata dal nostro attuale DG Marotta era quella di una società fortemente indebitata, con un parco giocatori inadeguati e pagati come faraoni egiziani, uno scenario apocalittico che solo una buona testa poteva affrontare senza farsi prendere dal panico, questo lavoro iniziato più di un anno fa comincia a dare i suoi frutti.

La scelta di Delneri per quanto a posteriori giudicata totalmente inadeguata era una delle possibili e meno sbagliate, un allenatore capace, con un'ottima esperienza nel campionato italiano che aveva solo il compito di portare la Juventus nei primi tre posti o nel peggiore dei casi in europa league. Purtroppo sappiamo tutti com'è finita.

La scelta di Marotta si è rivelata inadeguata e fallimentare ma almeno qualche giocatore di buon livello in rosa c'era rimasto dopo la cessione di alcuni dei vecchi giocatori pluristipendiati e questo vi assicuro essere un grande spartiacque tra la gestione francese e quella del primo anno della gestione Marotta.

Con la scelta (molto fortunosa) di Conte l'attuale management ha rischiato parecchio, gli ha affidato il mercato salvo alcuni acquisti già scelti in largo anticipo per Delneri e ora contro le più ottimistiche previsioni siamo in cima alla classifica dopo aver affrontato quasi tutti i match importanti del girone d'andata.

Abbiamo una rosa importante con giocatori in media sui 27-28 anni con un ciclo calcistico tutto da vivere, un allenatore tra i più bravi e preparati in Italia, una società che veniva da una gestione eco/fin piuttosto libertina portando in eredità quasi cento milioni di euro di deficit interamente coperti da un aumento di capitale della società controllante Exor e un nuovo stadio quasi interamente pagato dagli sponsor che dovrebbe portare nelle casse della Juventus circa 35ml di euro l'anno quando entrerà a pieno regime.

Questo comporta che la Juventus purtroppo nel breve-medio periodo con potrà partecipare ad aste per quei giocatori che spostano l'ago della bilancia come Tevez, Fabregas, Aguero o Pastore perché insostenibili per il nostro bilancio potendo però competere per nome e per blasone per quei giocatori al di sotto di questa fascia di top player e di giocatori in europa ce ne sono e di molto interessanti per questo nostro target.

Quando al tifoso viene messo in bocca il nome di Tevez da qualche giornalista "sprovveduto" questo deve sempre ricordarsi che quando si prende un giocatore di cotal guisa la società acquirente deve essere in grado di sostenere per tutta la durata del contratto la spesa del suo contratto al lordo delle tasse aggiungendo poi il costo del suo cartellino e gli eventuali benefit promessi al procuratore e al suo entourage, pagati a parte come da pessima tradizione calcistica.

Questa estate si era fatto il nome di Aguero pagato dal City ben 43ml di euro a cui aggiungere il costo lordo annuale del giocatore che pesa nelle casse della società inglese per 24ml di euro lordi per la durata di 4 o 5 anni del suo contratto, il tutto si traduce in una operazione da 130ml di euro circa se conteggiato in 4 anni di durata contrattuale.

Ora, secondo Voi, una società che incassa 33ml dal solo stadio, eventuali 8ml per l'accesso al girone di champions (come da regolamento uefa) può permettersi un calciatore che verrebbe a costare per le nostre casse circa 130ml di euro in 4 anni?

Spero che rispondiate tutti di no ovviamente...

Ergo, qualora i giornali dovessero fare nomi di calciatori di primissima fascia ricordatevi di fare questo veloce calcolo per poi capire se la Juventus spa sia o non sia in grado di ammortizzare il costo lordo del calciatore spalmato nei suoi anni di contratto, vedrete che vi si apriranno le porte della verità...O quasi...

Abbiamo dei giocatori in eccedenza che percepiscono uno stipendio molto oneroso, facile fare i nomi di Grosso (in scadenza a giugno), Amauri (idem), Del Piero, Iaquinta (2013), alcuni giocatori in giro per il mondo in prestito che dovrebbero essere riscattati dalle società estere come Melo e Ziegler e una freccia bionda incompresa come Krasic da poter piazzare senza incorrere in pericolose minusvalenze oltre qualche giovane da poter cedere in comproprietà o cedendo la seconda metà ad inizio mercato di giugno (Giovinco in primis).

Il prossimo mercato analizzando bene le tante voci in entrata e in uscita ci potrebbe portare due ottimi giocatori del calibro ad esempio di Damiao e Jovetic per la fase offensiva, due centrocampisti come Montolivo e Siem de Jong, due difensori come Bocchetti e Zaccardo e il tutto senza pesare troppo sul monte ingaggi potendo ammortizzare i denari in uscita con qualche nostra contropartita interessante.

Nessun Aguero o Nani ma ottimi inserimenti che potrebbe rendere questa nostre Juve più forte e consapevole dei suoi mezzi sia in campionato che nella futura quanto sperata champions league.

Per le proiezioni a breve termine nel mercato di gennaio ancora dovremo analizzare i prossimi match, poi potremmo avere un quadro meglio delineato.

Vecovaro

Buon Natale dalla Juventus

">

Verso Juventus Novara Intervista esclusiva a Claudio Marchisio 13/12/2011

">

Verso Juventus Novara Vinovo II News 13/12/2011

">

Verso Juventus Novara Vinovo News 13/12/2011

">

Uscita dallo Stadio Olimpico - Tifosi JUVENTUS 12/12/11 Post Roma - Juventus

">

martedì 13 dicembre 2011

Commentino post As Roma - Juventus

Beh, se i due tecnici avevano espresso l'un l'altro un giudizio molto positivo nei giorni precedenti il match il perché lo abbiamo visto ieri, due squadre ben messe in campo con giocatori assenti nella Roma e sotto tono nella Juventus che hanno dato un gradevolissimo spettacolo tecnico e tattico salvo un po' di frenetica anarchia all'inizio del secondo tempo.

Entrambe le squadre hanno giocato per vincere e soprattutto hanno dimostrato di saper giocare al calcio costruendo l'azione offensiva dalla difesa e dal centrocampo per poi arrivare in modo ordinato con passaggi intelligenti e coordinati fino all'area avversaria, un bel vedere.

Che poi il match sia stato non da 10 e lode ci sta, diversi calciatori titolari erano assenti nella squadra di Luigi Enrico e alcuni protagonisti della Juventus in evidente stato di stanchezza fisica e di poca lucidità mentale non hanno concesso lo stesso spettacolo del classico spagnolo tra Real e Barcellona ma hanno fatto vedere comunque un calcio studiato e mai approssimativo.

La difesa della roma ha ballato paurosamente ma ne avevano tutti i motivi con un De Rossi prestato al ruolo (partita da 8 la sua) e un Heinze che si è fatto rispettare con l'esploratore solitario Mitra Matri ed è andato in difficoltà con l'esplosivo Quagliarella, cmq la fase di costruzione dei romanisti ha suscitato in me un'ottima impressione e la Juve ieri per fortuna nostra è stata all'altezza.

Buffon ha salvato il risultato, una parata sul rigore di Totti che è valsa un punto al posto di zero, sarà la dieta, saranno le urla di Conte ma il Gigione bianconero sembra davvero tornato ai bei tempi in cui era il migliore in assoluto. 8.

Lichtsteiner è un motore inesauribile peccato che ieri il gioco della Juve si è spostato inspiegabilmente sull'altro lato del campo, lo svizzero ha fatto la sua solita partita da 6 1/2 anche se deve migliorare e non poco sui cross. Fase difensiva attenta e scrupolosa anche se un po' nervosetta invero.

Barzagli è da tempo immemore uno dei migliori giocatori di questa Juventus, giganteggia in mezzo all'area di rigore, un colosso di rodi prestato alla linea difensiva bianconera. Chiusura in diagonale in area di rigore degna del miglior Baresi. 7 1/2.

Bonucci ha salvato al baracca in diverse occasioni, la sua velocità nervosa nel breve lo ha aiutato e non poco in alcune situazioni difficili, la Roma non gli ha opposto giocatori veloci nell'uno contro uno visto che sia Osvaldo che Totti non sono proprio dei centometristi. Buona partita la sua. 7.

Chiellini deve smetterla di provare a crossare visto che ogni volta che ci prova la palla o va in curva o tra le braccia del portiere avversario. Bene nella fase difensiva e in alcuni corpo a corpo. Piace a Conte, piace a tutti.... 6+.

Pirlo ieri ha giocato una partita insufficiente regalando spesso pallone agli avversari con tocchi leziosi che non servivano a nessuno, quando sta bene può smarcarsi in mezzo a 15 giocatori avversari, quando invece non è in gran spolvero come ieri si limitasse ai passaggi facili visto che ha fatto più danni che altro. 5.

Vidal è completamente fuori giri, corre tanto ma spesso a vuoto e anche lui ha perso davvero troppi palloni, per fortuna che è arrivata una bella squalifica contro la prossima col Novara. Necessita di riposo e di un po' di svago, non alcolico mi raccomando... 6 1/2.

Marchisio ieri ha tirato i remi in barca, non è un giocatore continuo alla Lampard e tutti noi lo sappiamo, speriamo solo che a fine anno il peso dei tanti remi non affondi la barca. 5.

Estigarribia ieri ha giocato bene nella fase di spinta ma purtroppo per noi sa fare solo quello, è un calciatore che da l'anima ma non è più bravo di Pepe tecnicamente parlando, se coach Conte avesse avuto un po' più di coraggio partendo con Giaccherini probabilmente avremmo vinto il match. Bene nei suoi tiri scagliati contro il portiere olandese. A fine partita era confuso da stanchezza, ci sta. 6+.

Pepe deve riposare, non si può pretendere che un giocatore tiri la carretta per mezzo campionato senza mai rifiatare, è già il secondo campanello che Conte fa finta di non sentire. Non mi ha convinto del tutto ma non certamente per colpa sua. 6.

Matri è stato lasciato di nuovo solo a fare reparto, lui è un terminale offensivo e non un uomo di movimento come Quagliarella, se la squadra gira bene e lo supporta fa gol a grappoli se invece il tecnico pretende da lui un gioco alla Dzeko allora lo sfianca inutilmente, comunque ha trovato sul suo cammino un eccellente De Rossi. Non è il suo ruolo. 6.

Quagliarella è entrato e ha fatto benissimo perché era il giocatore giusto nello schema giusto, se avesse giocato dall'inizio ora staremmo a parlare di una partita diversa e soprattutto di un risultato differente. Un gran peccato perché il napoletano è forte e merita di giocare. 7.

Elia è bravo, molto bravo nella costruzione offensiva della manovra perché è veloce e da del tu al pallone ma quando l'avversario gli sfugge lui si mette a giocare con il nintendo 3ds e questo difficilmente farà Antonio conte molto contento. Un vero peccato. 6+.

Giaccherini ieri meritava di giocare fin dall'inizio perché è in gran forma esattamente come Quagliarella, si muove divinamente in campo, è veloce, buon piede, lui si che si meritava la fascia sinistra. Sarà per la prossima. 7.

Conte ieri a mio modestissimo avviso ha regalato almeno due giocatori facilmente sostituibili agli avversari, Giaccherini per Estigarribia e Matri per Quagliarella, mentre Pepotto nostro andava messo in panca ad inzio secondo tempo per il veloce Elia. Potevamo prendere tre punti vista l'indecenza della As Roma nella sua fase difensiva, il tecnico a mio avviso ieri ha steccato. 5 1/2.

Nel complesso un punto meritato visto anche il rigore parato da Buffon, se il nostro trainer avesse osato un po' di più si poteva mettere alle corde una Roma ancora alla ricerca della sue identità ma forse vista la stima reciproca dei due tecnici è meglio così. Un Gentlemen' Agreement d'altri tempi, ci sta.

Vecovaro

Post Partita Roma-Juventus (1-1)

">

N.b. Il video inizia con un po' di ritardo, mandate avanti la barra di scorrimento.

Conferenza Stampa di Antonio Conte post Roma Juventus 1 1

">

Antonio Conte e Giorgio Chiellini post Roma-Juventus 1-1

">

Roma-Juventus 1-1 Commento Zampa e Zuliani gol De rossi e Chiellini

">

ROMA-JUVENTUS 1-1 *highlights SKY*

">

Claudio Zuliani prima di Roma - Juventus

">

MrJuventusGoal | Analisi e Commenti Pre Roma - Juventus

">

ROMA-JUVENTUS : LA VIGILIA DELLA PARTITA NEL COMMENTO DI ITALO CUCCI

">

venerdì 9 dicembre 2011

Commentino post Juventus - Bologna

L'appetito vien mangiando e la Juventus comincia a mettere portata dopo portata su un tavolo che a luglio si presentava solo con le posate e la tovaglia e questo per chi ha il dna bianconera è cosa normale e giusta.

Il match di ieri è stato affrontato dalla Juventus b contro il Bologna b un aspetto che non dobbiamo dimenticarci, questo non toglie che qualche individualità lasciata in panchina ultimamente si è fatta notare ed in fondo è ciò che chiedeva mister Conte.

A me Del Piero è piaciuto e non poco, in questa Juve del fumoso Vucinic se avesse un po' di fiato in più sarebbe più che titolare ma purtroppo a 37 primavere schierarlo esterno in un 433 sarebbe come dargli il colpo di grazia per non mandarlo a giocare con i los angeles galaxy e questo al nostro Pinturicchio nessuno glielo augura.

Partendo dalla garanzia assoluta Storari il suo ciuffo fascinoso in grado di ipnotizzare qualunque avversario ieri ha fatto cilecca solo in un'occasione, comprensibile. 7.

Il più o meno terzino Sorensen ha dimostrato di avere come al solito un'ottimo senso dell'anticipo aiutato dalle sue lunghissime zampe di airone biondo evidenziando purtroppo dei limiti evidenti nella fase di impostazione e quando è preso in velocità nell'uno contro uno. Grezzo. 6+.

Barzagli è un totem che tutti noi tifosi dovremmo adorare ogni mattina prima di uscire di casa, anche quella di ieri sera è stata una partita esemplare, non difficile ma puntuale e senza sbavature. Imponente. 7 1/2.

Bonucci in questi match dove l'avversario sorpassa la sue metà campo due o tre volte nell'arco dei novanta minuti si trova ordunque a suo agio, la partita con la as Roma speriamo non ci riporti nella cruda realtà. Rimandato. 6 1/2.

De Ceglie è un gran bel ragazzo, uno che con un bel po' di gel sulla zazzera potrebbe invero fare il modello, peccato si sia dato al calcio professionistico perché con quei piedi avrebbe fatto tenerezza anche a Pinocchio. Giovane a prescindere. 6.

Krasic è l'uomo sbagliato col tecnico giusto (per noi), povero, lui si impegna, ci prova ma quei momenti in cui si trastulla raccogliendo margherite mentre l'avversario gli prende 20m in ripartenza non credo che potrà mai piacere a coach Conte. Peccato, ci mancherà molto la sua zazzera bionda. Assegno da riscuotere. 5.

Pazienza è forte, Pazienza è un classico dodicesimo uomo che ogni squadra vorrebbe avere, due match giocati bene, ordinati, disciplinati e con qualche tocco di buon piede. Prendere o prendere. 7.

Marrone ha giocato un primo tempo piuttosto bruttino invero ma una ripresa su ritmi diversi anche grazie ad un gioco più veloce messo in campo dalla Juventus nella sua interezza. Il giovane ha buone qualità tecniche e tattiche, da dare in prestito a qualche società amica. Si farà. 6 1/2.

Giaccherinho fratello bravo di Giaccherini ieri ha dato una lezione di calcio a tutti, si è mosso in campo da veterano navigato, ha preso palla, l'ha distribuita, ha fatto rifiatare la squadra e si è gettato come una freccia nella metà campo avversaria quando ce n'erano i presupposti. Cambi di direzione in velocità, accelerazioni brucianti, bravissimo! 8.

Quagliarella si sta ritrovando, la sua muscolatura apollinea ha bisogno di tempo per ritrovare la giusta carburazione, non lo cederei nemmeno morto. Uomo Juve al 100%. Uno di noi. 6/7.

"Ahhhh quanto è forte Del Piero" avrebbe esclamato l'indimenticabile Maurizio Mosca dopo aver ammirato il colpo dello scorpione di Alex donando ad Elia una prateria dove infilarsi direzione porta avversaria, come dargli torto? Alessandro è o dovrebbe essere titolare quanto Vucinic perché ha dei piedi fatati, perché è tatticamente immenso anche se qualora fossi un suo compagno d'attacco lo appiccicherei al muro per quante volte ha tentato la via del gol senza passare la palla al compagno smarcato. Integro + o - . 7.

Elia ha fatto vedere qualcosa, molto contratto all'inizio fa vedere subito la grinta che vorrebbe sempre Conte nei suoi calciatori, spunti in velocità ottimi, un gol mangiato vero ma si vede che dietro a quel viso da bambino si nasconde un giocatore molto molto molto bravo. Più pesce a tavola... 6 1/2.

Estigarribia è tanto veloce quanto scarsino di piede, corre come un forsennato anche in fasi di gioco in cui gli altri boccheggiano per un po' di ossigeno, è un idolo a prescindere e come tale mezzo voto in più per la simpatia lo merita sempre. 6/7.

Marchisio merita una citazione a parte, ovviamente sta vivendo un momento particolarmente felice in cui gli riuscirebbe anche bere acqua e far uscire guinness alla spina ma in fondo tutti sapevamo di avere una mezzala tra le più forti in europa e ora che il fiore finalmente è potuto sbocciare senza che qualcuno gli desse tatticamente coca cola invece di acqua ce lo godiamo con tutti gli scarpini. Bravo, dannatamente bravo. Lampard II la vendetta. 8.

Coach Antonio Conte ha provato scommettendo su chi non ha giocato molto per dimostrare che il suo gioco si vede anche senza titolari come interpreti e anche per dare modo a qualcuno di far vedere di essere tanto bravo quanto gli undici che hanno giocato negli ultimi match. Scommessa vinta con dedica alla tribuna. 8 1/2.

Che nessun dorma, il cammino è ancora lungo soprattutto se Tevez andrà al pe es je....Hihihihihih

Vecovaro

N.B. Il dipinto di cui sopra è un Matisse "Il tavolo del pranzo" 1896

Forza Juventus 08/12/2011

">

">

">

Le "doppie punte" di GB Olivero su Juventus Bologna

">

Coppa Italia Juventus Bologna 2 1 Interventi Dopo Gara di Claudio Zuliani

">

Giaccherini post Juventus-Bologna 2-1

">

Antonio Conte post Juventus-Bologna 2-1

">

Coppa Italia Juventus Bologna 2 : 1

">

mercoledì 7 dicembre 2011

Ekdal si gode il momento "E' stata la scelta giusta"

Il 22enne svedese scuola Juventus ha beneficiato dell'arrivo di Ballardini in panchina: quattro gare da titolare nella mediana rossoblù, dopo la 'naftalina' accumulata con Ficcadenti. "Siamo un gran bel gruppo: Nainggolan da vicino è ancora più forte"

CAGLIARI - Saranno i capelli biondi acconciati in modo vintage e quell'aria angelica da bravo ragazzo, ma lo svedese Albin Ekdal non ha le sembianze di un calciatore. Eppure, il 22enne di Stoccolma con il fisico da modello sa far bene il centrocampista: mezzala a destra o sinistra, trequartista per lui pari sono. Scovato dalla Juventus nel Brommapojkarna, squadra dal nome impronunciabile, venne aggregato inizialmente alla Primavera bianconera nel 2008, per poi finire in prestito a Siena e Bologna, raggranellando un buon numero di presenze (26 in Toscana, 23 in Emilia). A Cagliari è giunto in estate, in comproprietà con il club torinese: dopo un inizio in sordina nella gestione Ficcadenti, il biondo centrocampista ha trovato finalmente continuità con l'avvento di Ballardini in panchina. Quattro presenze consecutive (considerando la gara di Coppa Italia col Siena) e rendimento in crescendo. Nella vittoria esterna di Catania è stato tra i migliori in campo, al fianco di Conti e Biondini. "L'importante è trovare continuità per dare il meglio - le parole di Ekdal nella conferenza odierna - è difficile quando giochi solo 10 minuti. Ma ora sento più fiducia e spero di proseguire su questa strada".

"MI TROVO BENISSIMO QUI" - I problemi sorti nel reparto nevralgico rossoblù hanno favorito l'ingresso dello svedese tra i titolari, ma con il pieno recupero di Biondini e il ritorno di Nainggolan dalla squalifica potrebbero ridurre lo spazio a sua disposizione. Ma il biondo Albin non sembra farne un dramma. "I miei obiettivi? Giocare il più possibile, segnare, regalare assist e fornire il mio contributo alla squadra. Ma nonostante all'inizio abbia giocato poco, non mi sono mai pentito di aver scelto di venire a Cagliari. Mi trovo benissimo in Sardegna - ha proseguito il numero venti rossoblù - la città è bella, il clima è splendido, i tifosi mi danno la giusta carica". Nessun dubbio quindi, grazie anche all'ottimo rapporto instaurato con i compagni. Innanzitutto con Eriksson ed El Kabir, per ovvi motivi linguistici, ma lo stesso vale per gli altri, con qualche elogio particolare: "Siamo un bel gruppo. Mi ha sorpreso Nainggolan: l'avevo apprezzato da avversario, visto da vicino è ancora più forte. Anche la vecchia guardia mi ha impressionato, in modo particolare Conti, Agostini e Cossu".

"PARMA SQUADRA FORTE" - Intanto domenica al Sant'Elia arriva il Parma dell'ex Franco Colomba, che Ekdal ha conosciuto per due settimane a Bologna, prima dell'esonero del tecnico prima dell'inizio del campionato scorso. Gli emiliani sono certamente un cliente scomodo, soprattutto considerando le individualità a disposizione, Sebastian Giovinco su tutti. Per lo svedese conta la vittoria, per continuare nel trend positivo delle ultime due settimane: "Giochiamo tutte le partite per vincere, specie quelle in casa. Ci prepareremo al meglio avere la meglio di una squadra molto forte come il Parma". Nella giornata odierna doppio allenamento per i ragazzi di Ballardini: forza e tattica al mattino, palla alla sera con tanto di partitella a metà campo. Esclusi Astori, Eriksson e Nenè il tecnico rossoblù ha avuto tutta la rosa a disposizione, con il solo El Kabir in differenziato.

Repubblica on Line

Per quei pochi che ancora credono alla Befana e a Babbo Natale...


Processo Lentini (falso in bilancio) [modifica]

Nel gennaio del 1995 Silvio Berlusconi è stato indagato per il reato di falso in bilancio, perpetrato attraverso il versamento “in nero” di una decina di miliardi di lire dalle casse della squadra di calcio del Milan a quelle del Torino per l’acquisto del giocatore Gianluigi Lentini.[36]
Secondo l’accusa, in particolare, i bilanci della società Milan sarebbero stati «fraudolentemente falsificati» negli anni 1993 e 1994; successivamente, inoltre, la magistratura inquirente ha ritenuto di estendere le accuse di irregolarità dei bilanci al periodo compreso tra il 1991 e il 1997.
Il 28 maggio 1998 Berlusconi viene rinviato a giudizio presso il Tribunale di Milano.[37] Il processo sarebbe dovuto iniziare l’8 luglio del 1999, ma uno sciopero degli avvocati iniziato quello stesso giorno e protrattosi per quasi un mese ne fece slittare l’apertura al giugno del 2000.[38]
Il 5 novembre 2002 il processo si conclude definitivamente con il proscioglimento di Berlusconi per intervenuta prescrizione del reato.[39] Il proscioglimento di Berlusconi è stato ed è tuttora un argomento di polemica politica. Il processo, infatti, si è interrotto quando ancora il dibattimento era in pieno svolgimento ed una sentenza di primo grado dunque era ben lungi dall’essere emanata.[40] Tale conclusione anticipata è dovuta al fatto che nel gennaio 2002 il Consiglio dei ministri del governo presieduto da Berlusconi approvò, rendendole immediatamente operative, le nuove norme in materia di riforma del diritto societario, in ossequio alla legge delega approvata dal Parlamento nell’ottobre 2001 che imponeva al governo di adottare le nuove misure entro il 3 ottobre del 2002.[41]
La riforma del diritto societario ha comportato una diversa valutazione del reato di falso in bilancio, con modifiche incidenti anche in materia di prescrizione. Se dunque prima della riforma il reato contestato a Berlusconi si sarebbe prescritto nel 2004 (dopo sette anni e mezzo dalla supposta commissione), adesso i termini erano ridotti di tre anni.[42] Pertanto, il Tribunale non ha potuto che adempiere all'obbligo, contenuto nell'articolo 129 del Codice di procedura penale, di dichiarare la presenza di una causa di estinzione del reato in ogni stato e grado del processo.[43] Per tale ragione, il governo è stato accusato di aver approvato una legge ad personam.

Fonte: Wikipedia


Commento: Questo articolo lo dedico a tutti coloro che "ingenuamente" credono che ogni giocatore che si trasferisce al Milan si decurta "magicamente" l'80% dello stipendio il tutto solo per vestire i mitici colori rossoneri, ultimo caso quello di Cassano per non parlare poi dell'eventuale arrivo di Tevez che "sembra" abbia rinunciato alle sue 300.000 sterline a settimana (circa 13ml di euro l'anno) per un compenso di 5ml netti più premi.
Ora, se voi volete credere alla befana siete liberi di farlo e concludo di conseguenza scrivendo un bel "Marotta dimettiti!", come al solito ti sei fatto fregare un campione dal Milan di Galliani...