lunedì 14 marzo 2011

Il processo alla Juventus per doping - Videolina 10-1-11

">

Piange il Telefono e Il Fascino Juventus

">

[audio] Il punto di Luciano Moggi a "Stile Juventus"

">

Intervista a Pepe dopo Cesena-Juventus 2-2

">

Intervista ad Aquilani dopo Cesena-Juventus 2-2

">

Intervista ad Alex Del Piero dopo Cesena-Juventus 2-2

">

Intervista a Matri dopo Cesena-Juventus 2-2

">

Matri: L'attaccante della Juventus parla del pareggio di Cesena

">

">

Il tecnico della Juventus, Delneri, parla della sfida del Manuzzi

">

Bergomi commenta la partita tra Cesena e Juventus

">

Il difensore del Cesena, Lauro, parla nel dopo partita di Cesena-Juventus

">

Pellegrino commenta la partita e la mancata espulsione di Buffon

">

Parolo felice parla della rimonta riuscita contro la Juventus

">

Giacchierini commenta l'errore sotto la porta della Juventus

">

Claudio Zuliani - PEPE LA CICCA CLAMOROSAMENTE

">

Cesena - Juventus 2-2 - Telecronista Tifoso

">

venerdì 4 marzo 2011

mercoledì 2 marzo 2011

Al Viareggio la Juve vola ai quarti: Palermo battuto 2-1


I bianconeri vincono in rimonta e vanno avanti con merito

TORINO, 1 marzo - C'è una Juve che arranca in campionato e una più giovane che vola al torneo di Viareggio. La Primavera bianconera sfodera una grande prestazione e supera in rimonta il Palermo per 2-1 guadagnando l'accesso ai quarti di finale. Sul terreno del “Bresciani” di Viareggio, la Juventus sfodera una grande prova di carattere e di gioco, riuscendo a superare la compagine siciliana grazie ad un secondo tempo maiuscolo, sugellato dalle marcature di Belcastro prima e De Silvestro poi. Per la sfida con il Palermo, mister Bucaro ripropone gran parte della squadra vista nei primi due incontri. Davanti a Costantino, difesa con Romano, Camilleri, Di Dio e Liviero. Corticchia, Ilari e Belcastro a centrocampo, De Silvestro e Boniperti a dare manforte a Libertazzi. Boniperti è la grande novità rispetto alla prima fase, subito in campo dopo aver recuperato dall’infortunio. Dopo il minuto di raccoglimento in memoria di Massimo Ranzani, l’alpino morto in Afghanistan, si parte.

PRIMO TEMPO - I bianconeri sono subito aggressivi e creano il primo pericolo con Boniperti che impegna il portiere rosanero. La risposta siciliana è affidata a Maltese che mette a lato dopo un’azione corale. La gara entra nel vivo con il passare dei minuti. Il Palermo si va vedere con più insistenza in avanti e intorno al 25’ passa con Silvestri che insacca di testa su azione d’angolo. I bianconeri reagiscono e creano subito tre palle gol con Libertazzi, Boniperti e Camilleri. L’occasione migliore capita sulla testa di De Silvestro che impegna Di Gregorio. Al 40’ la palla buona arriva sui piedi di Libertazzi, ma l’attaccante non trova la coordinazione per battere a rete. Prima del riposo ci prova ancora Boniperti, ma il pallonetto non è preciso. A fine primo tempo, bianconeri sotto 1-0.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa la Juventus parte a razzo e pareggia i conti dopo soli tre minuti. Il gol lo realizza Belcastro con una girata mancina su cross di Liviero. I bianconeri prendono ancora più coraggio e per poco Libertazzi non arriva a deviare a due passi dalla porta. Al 9’ Bucaro cambia Libertazzi con Giannetti. Al quarto d’ora, il portiere Di Gregorio deve uscire fuori dall’area per anticipare Boniperti lanciato a rete. A metà tempo il secondo cambio: Spinazzola al posto di Belcastro, autore del gol bianconero. Il nuovo entrato ha subito una grande occasione, su rilancio di Costantino, ma il pallonetto finisce alto. La Juventus vuole il vantaggio e solo un grande intervento di De Gregorio salva sullo stacco di Giannetti. Ma il portiere siciliano rovina tutto al 31’ non trattenendo un cross di Boniperti e lasciando il pallone sui piedi di De Silvestro che insacca da un metro. I ragazzi di Bucaro capiscono che è il momento di chiudere i conti e solo il palo salva il Palermo sul colpo di testa di Spinazzola. Boniperti lascia il campo a una manciata di minuti dalla fine, al suo posto entra Belfasti. Anche Giannetti sfiora il tris con una girata da dentro area. Nel finale il Palermo riprova a farsi sotto, ma Costantino non deve più intervenire. Finisce 2-1 e ora la Juve aspetta la prossima avversaria.

da Tuttosport


">

">

Processo Calciopoli: Veleno, Bergamo scoppia d'ira


Giornata bollente al tribunale di Napoli: l'ex dirigente del Parma Baraldi accusa Giraudo sulla cessione di Di Vaio alla Juve; l'ex designatore sbotta dopo la deposizione del giornalista Monti, amico di Facchetti

NAPOLI - È stata una giornata turbolenta quella del processo Calciopoli, presso la nona sezione penale del tribunale di Napoli: a parlare sono stati Luca Baraldi e Giorgio Corbelli, rispettivamente ex dirigente del Parma ed ex presidente del Napoli. Baraldi, in particolare, ha parlato della cessione di Marco Di Vaio alla Juventus: "Per Di Vaio si videro il procuratore del giocatore, Moggi, Giraudo e Sacchi (anch'egli nella dirigenza ducale, in quel periodo ndr), si chiuse intorno ai 27 milioni e mezzo di euro. La trattativa fu impostata con la cessione a titolo definitivo per una cifra intorno ai 15-16 milioni.

BARALDI: "GIRAUDO CI MINACCIO'" - "Per raggiungere i 27 milioni fu strutturata un'operazione con l'acquisto del 50% di Brighi con l'impegno per la Juve di cedere l'altro 50 dopo due anni - spiega ancora Baraldi - ci fu una scrittura privata tra le società, procedura che la Lega non consente, ma che dal punto di vista civilistico ha valenza. Decidemmo di fare così perché i bianconeri volevano pagare in 5 anni e non in tre come era la regola. Al momento di formalizzare la scrittura privata, la Juve ci chiese opzioni su Gilardino, Marchionni e Bresciano. Io dissi di no, perché non era negli accordi e poi come società in liquidazione non potevo svendere il patrimonio della società. Ci rivedemmo il 23 giugno, ultimo giorno utile e il mattino stesso sempre io e Minotti incontrammo Giraudo che mi richiese in cambio un'opzione almeno
su calciatori del settore giovanile. Dissi ancora di no, e Giraudo ci minacciò. Di questo non ho mai avvertito gli organi federali".

CORBELLI: "FRESI CI HA PENALIZZATO" - Dopo Baraldi è il turno di Giorgio Corbelli, ex presidente e, all'epoca dei fatti, proprietario del 50% del pacchetto azionario del Napoli, alla pari con Corrado Ferlaino: "Su consiglio del mio socio, mettemmo sotto contratto di consulenza Alessandro Moggi, affinché ci aiutasse sul mercato - dice il patròn di Telemarket - il nome di Zeman, per la panchina, ci fu fatto da Luciano Moggi in persona. Arrivarono Amoruso, Pecchia e Baccin dalla Juve, nonché Fresi e Moriero, giocatori della Gea. Moggi jr. ci propose l'acquisto dell'uruguaiano Pacheco ma Ferlaino disse di no, perché già avevamo troppi giocatori della sua scuderia. Non penso che i giocatori Gea abbiano fatto del male contro il Napoli volontariamente, eccezion fatta per Fresi: credo che ci abbia fatto perdere due partite e lo dissi a suo tempo, senza essere querelato".

MONTI: "PER FACCHETTI SISTEMA ANOMALO" - Fabio Monti, cronista del "Corriere della Sera" ed amico di Giacinto Facchetti, è l'ultimo in ordine di tempo a parlare: "Facchetti era convinto che ci fossero delle anomalie pesanti nel sistema, dalla conduzione delle designazioni adalcune decisioni, in generale parlava di una tendenza a violare le leggi. Parlava di un sistema Moggi'. Era convinto che la figura centrale fosse quella di De Santis, e che dentro ci fossero anche Palanca, Gabriele, Bertini, Trefoloni e Racalbuto".

LA RABBIA DI BERGAMO - Monti ha affermato di non essere al corrente delle fonti di Facchetti, rivelando che "si interpretavano gli episodi", Questa circostanza ha scatenato l'ira di Paolo Bergamo, ex designatore arbitrale. Bergamo ha inveito, ed è stato invitato a lasciare l'aula, cosa che ha fatto: "Non è una cosa seria, questa è una presa in giro", ha urlato l'ex arbitro. Il processo riprenderà il prossimo 15 marzo, quando saranno chiamati a deporre Zamparini, Nucini e Facchetti Jr.

da Repubblica.it

Monti depone a Napoli (Udienza 01-03-2011)

">

Trasmissione Fuori dalle Righe!Telefonata a Bettega...dopo Juve-Bologna 0-2!

">

Massimo Ciccognani signora mia detto tra noi

">

Juve is Dead

">

Papà ma cosa era la Juventus ???? Guarda questo video figlio mio !!!!!

">