giovedì 22 settembre 2011

Commentino sulla partita Juventus-Bologna


Come al solito cercherò di fare un'analisi minima sui giocatori per poi passare ad una più generale della squadra e dell'allenatore.

Buffon si è difeso bene, una parata difficile e un gol imparabile oltre alla solita stucchevole sceneggiata neo buonista in veste di ambasciatore del bene sui campi di gioco. Sufficienza piena.

Lichtsteiner forse corrisponde al giocatore che tutte le squadre in europa vorrebbero avere, pagato non poco ma vale almeno il doppio di quanto speso, uno dei migliori ieri e negli altri match. Corre lungo il binario di destra come un eccellente treno a carbone, sbuffa ogni tanto, commette qualche fallo, si infervora, scambia un dai e vai con Krasic, insomma un perfetto terzino di spinta. Ottimo.

Barzagli il miglior giocatore nel rapporto costo/prestazioni, insuperabile nelle palle alte, preciso, puntuale, qualche sbavatura a cui rimedia con una verve di altre juventus, gode ovviamente di una fase difensiva ben studiata però lui ci mette molto del suo. Saracinesca.

Chiellini invece commetto un solo grave errore che vale il gol ma lo assolvo perché in un match ci sta che in una singola azione un avversario possa fare una giocata migliore delle nostra, il difensore del bologna salta più in alto, si poggerà pure sulle spalle del toscano però il suo stacco è perentorio e vale il gol. Sufficienza anche al Chiello.

De Ceglie è un ex giovane di 25 anni che ha due banane al posto dei piedi, corre, ha un'ottima progressione e col bananone sinistro crossa anche bene però non gli possiamo chiedere di più perché di più proprio non può dare. In una juve contiana fatta di dai e vai è come un elefante in un negozio di cristalli. Incrociamo le dita.

Krasic ha un potenzile immenso e lo si è visto nell'azione di percussione centrale con lo scarico su Delpi, ha bisogno che un coach ne sfrutti le potenzialità e non le limiti in nome di uno schema pregiudizievole. Sprecato.

Marchisio con coach Conte è rinato, un vero artista del pallone, corsa rapida nel breve, eccellente senso tattico, sa dove stare e a centrocampo è il suo ambiente naturale, Lazarus Project.

Pirlo nemmeno starne a parlare, uno dei tre migliori centrocampisti del mondo, ovunque, a abbattere le punizioni, in difesa, in cabina di regia e a fare le torte ai compagni durante l'intervallo delle partite. Eccelso.

Pepe è un giocatore che con coach Conte da il suo meglio, fa benino entrambe le fasi, corre come un ossesso, preziosissimo in fase di copertura degli spazi. Bravo e simpatico.

Vucinic il peggiore in campo, certi comportamenti doveva lasciarli alla as roma e invece ha deciso di portarli anche a Torino, non ha capito niente. In campo, quando ha deciso di starci ha giocato un ottimo match insieme a Delpi, scambi da Camp Nou, poi le due ammonizioni e ciao ciao vittoria. Completamente insufficiente.

Del Piero ci sta mettendo una vita ad entrare in forma ma alla soglia dei 37 nemmeno possiamo fargliene un cruccio. Piede fatato, finte di corpo, un po' sovrappeso. Capitano!

Matri ottimo, ha fatto un lavoro che non è il suo e si è visto, la sponda non sa farla perché non ha il piede educato per il passaggio di ritorno, lui nasce finalizzatore ma si è sacrificato per la causa. Bravo.

Giaccherini è il classico giocatore/prezzemolo dove lo metti fa e va bene. Ottimo acquisto soprattutto ora che sta prendendo confidenza e coraggio con il campo da gioco.

Vidal è bravo, non è un fenomeno ma ha tempi di inserimento pazzeschi, copre benissimo la sua zona di competenza ovunque questa sia. Necessario.

Il migliore di tutti ovviamente è Antonio Conte, semplicemente monumentale il suo apporto alla causa, in settimana ha schierato una formazione dei non titolari all'altezza di quella messa contro il Bologna. Il nuovo Messia bianconero...

Sono davvero molto soddisfatto, senza quell'imbelle di Mirko Vucinic oggi saremmo potuti stare bellamente al primo posto in solitaria, la migliore sorpresa di questo campionato. Siamo tornati...

Vecovaro

Nessun commento:

Posta un commento