martedì 31 agosto 2010

Rinaudo, una scelta difficile

Marotta sul difensore ex Napoli "è un buon acquisto, ci abbiamo pensato molto ma alla fine lo abbiamo preferito alle alternative scovate. Vedrete che non farà rimpiangere Knezevic"




Nella foto, le alternative


Crazy eramegliomoriredapiccoli

stella stellina la notte si avvicina


Fai anche tu qualcosa per la juve





o se meglio credi accendi un cero alla Madonna





Crazy tra il sacro e il Marotta

Juve: la fantasia arriva dal brasile


Praticamente ufficiale l'acquisto di Dentinho






Si alternerà con Grygera




Crazy nostalgia di Palladino

Juve: i campioni a gennaio



sto ufficialmente strippando.


Crazy Seccoperdonaci

Lasciamoli lavorare


c'è ancora il mercato di riparazione


Crazy una una seconda possibilità si dà a tutti e a Tiago anche tre o quattro

Marotta, prova così



Crazyperl'impiego

Le Pagelle: bari - juventus 1 a 0



STORARI 6 Para letteralmente di culo una conclusione ravvicinata di Ghezzal, sul tiro di Donati può solo picchiare Marchisio

DE CEGLIE 5.5 Talvolta fa addirittura bella figura rispetto ai compagni in quanto unico che corre. Peccato che corra anche Alvarez, e decisamente meglio di lui

BONUCCI 5.5 Talento ha talento, ma fa il centrale difensivo nella juventus, non il trequartista nel Barcellona. Diteglielo

CHIELLINI 5/6 Difficile valutarlo, buona la copertura su De Ceglie ma risulta arruffone e spesso distratto. I genitori troppo apprensivi finiscono sempre per trascurare il proprio lavoro

MOTTA 5 Ad offendere è bravissimo, ma per quello potevamo ingaggiare Sgarbi

MELO 6+ Da pazzoide emarginato a leader assoluto in sole due partite. I tedeschi avevano la scusa dei debiti di guerra, ma noi juventini stiamo messi davvero male

MARCHISIO 4 Non so se si sia detto "preoccupato" della sua condizione su facebook, ma di certo Donati gli ha chiesto "amicizia"

KRASIC 5 Spero abbia ancora il jet privato parcheggiato davanti a casa, tempo un mese a scambiarsi di fascia ogni 5 minuti con Pepe e lo userà per tornare in Russia

PEPE 4.5 Almeno Palladino era un discreto figo

DEL PIERO 5 Sembrava il fratello maggiore di quello visto giovedì in Coppa. Il problema è che quello di giovedì ha 35 anni

QUAGLIARELLA 5.5 Poraccio, ci ha anche provato, ma s'è mai visto che Batman lasciasse a Robin il compito di salvare Gotham City?



SISSOKO 5 entra per far danni
MARTINEZ 5 beh almeno l'abbiam pagato poco
LANZAFAME 5 più scarso del suo parrucchiere


BAFFONE 4 Non era semplice peggiorare la situazione iniziale a gara in corso,ma lui c'è riuscito. Poi dite che è un allenatore senza fantasia

CrazyScazzata

TG 30.08.10 Contro la Juve un Bari da sogno

">

TG 30.08.10 Bari-Juve, il commento di Enzo Foglianese

">

prima giornata serie A 29.08.2010

">

Commento:

Youtube ha riportato in auge la trash tv e io adoro il trash...Hihihihihi

VOTO MERCATO JUVE - SERATA JUVE

">

STUDIO SPORT ITALIA 1 30/08/2010 ore 19:00

">

domenica 29 agosto 2010

Il Commento: Bari Juventus 1 a 0



Commentino rapido rapido a questa splendida partita che saluta il mio ritorno sul blog

niente isterismi perchè era la prima di campionato e c'erano parecchie giustificazioni

- aquilani ancora non ha giocato, ed è fondamentale
- krasic ha giocato solo 45 minuti, ed è fondamentale
- in avanti eravamo in piena emergenza con un giocatore arrivato ieri e un altro che in condizioni normali non avrebbe giocato
- siamo rimasti in 10 quando iniziavamo a cercare qualcosa
- abbiamo cambiato 7 titolari e non si può pensare di avere subito i giusti automatismi
- il bari è una squadra veloce e che gioca a memoria, ho pensato appena usciti i sorteggi che era un pessimo esordio

detto questo è evidente che dobbiamo sperare negli ultimi giorni di mercato per una punta di peso e nel pronto inserimento di krasic e aquilani, perchè senza loro due manca clamorosamente qualità

martinez mi spiace dirlo ma spero debba stare fuori per un po' così sono ulteriormente obbligati a prendere una punta: attualmente ne abbiamo due, una di 36anni e l'altra che non può giocare in coppa. non hanno + nessuna scusa, devono prendere un centravanti e devono prenderlo pure forte, non esiste una squadra che si presenta ad inizio stagione con solo due attaccanti rimasti

dell'attacco s'è parlato abbondantemente così come della mancanza di un terzino , ma anche sulle fasce davvero dobbiamo sperare in krasic vista la pochezza di lanzafame (le caratteristiche di pepe si conoscono eccome)

al di là delle riconosciute mancanze tecniche però oggi la differenza vera l'ha fatta la condizione fisica

non so se prenderlo come un segno necessariamente negativo , ma oggi erano tutti fermissimi, forse il solo de ceglie reggeva minimamente il passo degli avversari

in teoria dovremmo essere + avanti degli altri come condizione, in realtà siamo veramente piantati. preparazione mirata ad avere costanza di rendimento nel corso della stagione, visto che tanto nei preliminari affrontavamo delle squadrette???

difficile dare giudizi sui singoli vista la condizione fisica a dir poco imbarazzante, giusto per cronaca

STORARI 6 para quel che può
DE CEGLIE 5.5 inguardabile in fase difensiva ma fa bella figura per il passo differente da tutti i compagni
BONUCCI & CHIELLINI 5/6 mah, non che abbiano particolari colpe,ma troppo pasticcioni
MOTTA 5.5 sempre in ritardo
KRASIC 5.5 parte bene poi sparisce del tutto
MELO 6+ il migliore del primo tempo, nella ripresa cala anche lui ma non si spiega cmq il cambio
MARCHISIO 4.5 imbarazzante
PEPE 4.5 disfa quel che tocca
DEL PIERO 5 stanco, sembrava il nonno di quello visto giovedì.non avrebbe dovuto giocare a tre gg di distanza
QUAGLIARELLA 5.5 parte bene, poi sparisce, si rivede nel finale

MARTINEZ S.V. (5) sfortunato,ma stava cmq giocando male
SISSOKO 5 entra per perdere palloni
LANZAFAME 5.5 ci mette volontà ma manca veramente di qualità e cicca tutti i tiri


capitolo del neri...... NON valuto il lavoro generale perchè appunto è presto...ma oggi ha cannato tutto, proprio tutto.

io avrei tolto sicuramente pepe e marchisio dopo il primo tempo, senza nemmeno pensarci un istante, lui ha tolto krasic e melo che era l'unico decente. avrei cominciato la partita con martinez per poi inserire eventualmente del piero nel secondo tempo, lui ha messo del piero titolare e poi ritrovatosi sotto ha inserito malaka ma senza togliere dp giocando di fatto il secondo tempo con tre attaccanti fermi sulle gambe ... o non capisco nulla di calcio io o ha toppato tutto lui, ma io ho visto un'altra partita....

niente drammi, non mi aspettavo di vincere, le difficoltà sono giustificate e tutto quanto, ma la lettura della gara sbagliata è tutta farina del suo sacco

Crazy

Chi ben comincia...



Juve, che brutta partenza!

Un grande Bari la castiga

I biancorossi vincono 1-0, grazie ad un bellissimo gol di Donati e ad una prestazione davvero convincente. La squadra di Delneri stecca invece la prima di campionato: lenta, disordinata, crea pochissimo sottoporta. Esordio di Krasic, dal 1'


MILANO, 29 settembre 2010

Il campionato della Juventus parte male, malissimo. Colpa di un grande Bari, che vince in casa 1-0 grazie ad uno spettacolare gol di Donati.

E ad una prestazione eccellente, sulla falsariga di quelle dell'avvio dello scorso campionato. Il trascinatore è Almiron. La nuova Juve, targata Marotta nei sei nuovi acquisti schierati dal 1', e Delneri nel rigido 4-4-2, stecca alla prima più attesa, dopo i 4 successi negli antipasti di Europa League contro avversari però modesti come Shamrock e Sturm Graz. Non è certo tempo di giudizi, il cocktail bianconero va mescolato e amalgamato, però i tifosi bianconeri certo si aspettavano di più, perlomeno come esibizione, davvero in tono minore. Il San Nicola si conferma stadio complicato: la scorsa stagione la Juve di Ferrara ne incassò addirittura tre, di gol, corredo di una delle troppe sconfitte.

IMPRESSIONA IL BARI — Delneri stupisce tutti schierando dal 1' Krasic, all'esordio, dopo aver dichiarato ieri in conferenza stampa che il serbo non sarebbe partito titolare. Pretattica. La Juve schiera sei facce nuove rispetto all'ultimo campionato: Storari, Motta, Bonucci, Krasic, Pepe e Quagliarella. Bonucci è l'ex di giornata, applaudito. C'è tanta voglia di scoprire la nuova Juve, e invece nel primo tempo riscopri il solito Bari, quello spettacolare, la rivelazione di una stagione fa. L'architetto in panchina è il solito, Ventura, quello in campo anche, Almiron, pure lui ex, che orchestra il gioco coinvolgendo gli esterni, e si permette pure qualche percussione centrale. Sembra proprio il tipo di giocatore che cercano i bianconeri, stasera con in mezzo Felipe Melo e Marchisio. La Juve pressa altissimo, soprattutto nei primi 20', ma non punge con la coppia Quagliarella-Del Piero, cui mancano i muscoli per impensierire Andrea Masiello, ennesimo ex. L'unica occasione dei primi 45' è targata Melo, ispirato dal capitano. Pochino. Soprattutto perchè nel frattempo il Bari si rende pericoloso con Barreto, con Ghezzal (paratissima di Storari) e soprattutto segna con Donati, subentrato a Gazzi, messo fuori causa da un'entrataccia di Melo.

E SEGNA DONATI — L'ex Atalanta tira fuori dal cilindro una stupenda conclusione di sinistro appena da fuori area. Storari non ci può arrivare, stavolta. Un capolavoro di Donati, del resto uno specialista nelle conclusioni dalla distanza. Bari avanti meritatamente all'Intervallo. Juve deludente.

SPRECHI BARI — Il Bari convince di più anche nella ripresa. Barreto, sempre in movimento, sfiora il 2-0: Chiellini salva a Storari battuto. Alvarez spreca l'inimmaginabile: è una freccia in contropiede, ma quando c'è da venire al sodo si perde in un bicchiere d'acqua. E la Juve? Non pervenuta. Delneri cambia gli esterni: prima entra Martinez (che poi è vittima di un acciacco) per Krasic, poi Lanzafame, perlomeno attivo, per Pepe. Al 18', quando Sissoko sostituisce Melo, il tecnico della Vecchia Signora ha già esaurito i cambi. Ma la Juve non cambia marcia. Lenta e prevedibile a centrocampo, spuntata in attacco. Ci mette volontà, ma non riesce neancha a buttarla sul piano delle mischie in area. L'unica occasione ce l'ha Chiellini, che manda alto di testa, le residue speranze di pareggio. Gillet per il resto di si limita a qualche uscita. Il Bari esce tra gli applausi, per la Juve partenza falsa: non perdeva la prima di campionato dal 1982.

Amarcord... : )

">

Dedicato a te... QUAGLIAMERDA!!!

">

Diego: "Io cacciato dalla Juve"

">

STUDIO SPORT Italia 1 28/08/2010 ore 13:00

">

Conferenza Stampa Integrale di Del Neri Pre Bari-Juventus

">

Intervista a Del Neri: "Quagliarella si integra bene nel nostro gioco d'attacco"

">

Presentazione Fabio Quagliarella alla Juventus - Conferenza Stampa

">

">

sabato 28 agosto 2010

Ricordi



Caro David,

è arrivato il momento di dirsi ciao. Ho perso il conto delle stagioni che abbiamo giocato insieme e dei gol che abbiamo fatto. Di sicuro, siamo la coppia che ne ha segnati di più nella storia della Juventus, più di Charles e Sivori – due immensi campioni - e questo lo sai bene è un grande orgoglio per entrambi.

Quante formazioni in questi anni finivano così: Del Piero e Trezeguet, Trezeguet e Del Piero. Quante vittorie, quante delusioni (per fortuna, molte meno delle soddisfazioni che ci siamo tolti), quanti abbracci: non c’è altro compagno con cui io abbia giocato di più.

Diciassette gol all’anno di media, come il tuo numero di maglia: questo basta per dire che bomber sei. Ma per me che ho giocato al tuo fianco, non c’è bisogno di numeri. Ritengo sia stato un onore fare coppia in campo con uno dei più grandi attaccanti del mondo, in assoluto.

Adesso le nostre strade si dividono, nel calcio succede. Ti saluterò nello spogliatoio, ma mi fa piacere farlo anche pubblicamente: in bocca al lupo per la tua nuova avventura. Avremo tanti bei ricordi da condividere, la prossima volta che ci vedremo.

Arrivederci, David.

www.alessandrodelpiero.com


Notare la linearità di quella foto. Uno da una parte, l'altro dall'altra. Uno taglia in area, sapendo che il compagno seminerà i difensori e gli servirà un pallone da insaccare. L'altro se li porta dietro, sapendo che ci sarà qualcuno pronto in area da servire.

La scattassero adesso quella foto vedremmo Iaquinta lanciarsi ingobbito a testa bassa, ed Amauri che ovviamente lo segue a ruota.

doveroso omaggio

Sono sincera, non ho mai amato particolarmente Trezeguet. Non ne amavo le caratteristiche tecniche ,nè l'atteggiamento da furbetto. Ma 10 anni sono 10 anni, e quando sono così intensi, nel bene e nel male, sembrano ancora di più. 320 partite, 171 gol, 7 titoli . Di fronte alla storia, ai numeri e ai ricordi, la mia opinione conta ben poco. Au revoir, Roi David.


speciale gigio calciomercato. 27/08/2010

">

Se la Juve Quaglia il Napoletano Rosica

">

Sport Radio Energy, Ibra-Milan quasi fatta, Quagliarella-Juve ufficiale, Burdisso-Roma

">

Aquilani: «Juve, sono pronto per una nuova sfida» (27/08/2010)

">

Intervista a Blanc dopo il Sorteggio di Europa League Juve (27/08/2010)

">

Allenamento Mattutino della Juve a Vinovo con Krasic e Aquilani

">

">

Fabio Quagliarella compilation - Benvenuto alla Juventus

">

Intervista ad Andrea Agnelli

">

">

">

venerdì 27 agosto 2010

QUAGLIARELLA ALLA JUVENTUS: GRAZIE PRESIDENTE!

">

Commento:

...Azione camorristica ;)

Europa League Sorteggio Fase a Gironi Juventus (27-08-10)

">

Commentino alla partita di ieri sera.

I miglioramenti rispetto alla scorsa stagione risultano più che evidenti, non tanto nei resultati quanto nel gioco collettivo di squadra pur non essendoci in campo degli interpreti di prim'ordine.

Analizziamo i singoli reparti per poi fare un'analisi d'insieme:

La difesa ha ballato, con lo Sturm Graz e ha ballato e questo è male, molto male soprattutto perchè i nostri avversari sfondavano sulle zone laterali mettendo in crisi i nostri difensori centrali, il modo peggiore per farsi impallinare quando ci saranno interpreti migliori rispetto a quelli della squadra austriaca.

Motta imbarazzante nella fase difensiva e con dietro il lentissimo Grygera c'è poco da stare allegri, ma il calcio moderno pretende che il terzino spinga e il nostro lo fa molto bene pur peccando in modo preoccupante quando si tratta di marcare in ripiego il loro esterno, spero che Delneri glielo insegni il prima possibile.

De Ceglie molto meglio del solito, un'azione alla Zambrotta in fase offensiva davvero pregevole, buoni scatti, si libera bene sulla fascia creando un'alternativa tattica al portatore di palla ma zappa è e zappa rimarrà, purtroppo.

Chiellini sopra gli scudi con un Bonucci che deve crescere molto in sicurezza visto che ha dei piedi da centrocampista, nel complesso un'ottima accoppiata di centrali, giovani entrambi, forti fisicamente e cosa più importante perfettamente integrati nei loro compiti. Bravo Marotta!

Il centrocampo è il reparto che maggiormente ha brillato ieri sera, un Felipe Melo che ha favorevolmente impressionato, la sua presenza fisica e tattica si è sentita molto dando sicurezza in entrambe le fasi, il migliore in campo.

Sissochi? deve crescere nella condizione fisica e con Melo non si integra bene a mio avviso, nel complesso una sufficienza più che meritata. Non è lui che deve raccogliere la palla dai difensori...

Pepe e Martinez tra i migliori in campo, veloce e pasticcione il primo quanto lento ed efficace l'altro, due modi di interpretare la fascia molto differenti ma entrambi determinanti.
Il romano ha polmoni e corsa da mezzofondista e pur non avendo dei piedi educati ci mette il cuore e nelle due fasi risulta il migliore dinamicamente parlando mentre il buon Martinez parte lento e col piedone sopraffino scarta gli avversari come birilli. Bravissimi entrambi!

Del Piero è Del Piero e ieri ci ha fatto capire cos'era la Juve solo qualche anno fa, un campione assoluto. Senza Parole.

Amauri come al solito fa a botte col mondo intero ma forse non è al meglio, rivedibile.

L'entrante Lanzafame ci mette la corsa ma è davvero troppo scarso, il Dio del calcio non è stato generoso con lui.

Nel complesso una bella Juve che con la cessione di Diego Ribas da Cunha ha evidentemente velocizzato la manovra, sembriamo una squadra di provincia con un allenatore con le idee poche ma chiare e questo per il momento che stiamo vivendo è molto bene.
La palla passa dalla difesa al centrocampo o agli esterni in modo fluido, così come i terzini scattando danno un'alternativa costante ai centrocampisti, magari il segreto del ritrovato Melo è proprio questo, meno pressione e più scelte nel dare il pallone e tutto a vantaggio della velocità di esecuzione di pochi schemi dettati da coach Delneri.

Vista la pochezza dell'avversario un bel 6,5 complessivo alla squadra.

Vecovaro

Addio Diego (Per una storia chiusa ingiustamente)

">

speciale gigio calciomercato. 26/08/2010

">

Mercato Juventus 25/08/2010 La Roma pareggia l'offerta della Juve per Burdisso

">

venerdì 6 agosto 2010

Chiusura estiva.


Cari lettori del mio scassatissimo blog domani me ne vò in giro per il pianeta terra e di conseguenza questo spazio rimarrà chiuso fino a quando non avrò voglia di tornare a casa, spero mai... : )

Ogni tanto cercherò di aggiornarlo, ma con molto relax. ; )

Auguro a tutti delle giornate con un pizzico di spensieratezza, anche se spesso è difficile (per me lo è molto in questo periodo) credo che proprio tutti se lo meritino, anche solo un pochino.

Vecovaro

Commentino alla partita di ieri sera.

La prima cosa che ho notato ieri è stata l'età media degli scesi in campo, una difesa con due 23enni, un 22enne e un 26enne, un centrocampo con Marchisio 24 anni, Sissochi? 25 anni, Lanzafame 23 e Pepe 27, Diego 25 e Amauri 30...beh, non c'è davvero male...

Andando all'analisi della partita le cose indubbiamente cambiano radicalmente, Storari bravo e attento salvo una mezza paperella con pallone sfuggitogli alla "saponetta Fiori", coppia centrale di difesa attenta e complementare, uno picchia l'altro imposta (Bonucci diventerà il nuovo Nesta, scrivetevelo!), un Motta sempre bravo soprattutto nella fase di spinta e un De Ceglie sempre più imbarazzante.....Purtroppo.

Il giovane terzino sinistro crea il panico e lo scompiglio in difesa, Chiellini lo aiuta, Lanzafame arretrando molto pure, ci serve un terzino sn come il pane, non ci sono cavoli, quello dovrebbe essere un punto di forza e non di debolezza.

Marchisio io non lo vedo centrocampista centrale, non ci siamo proprio. mancando un riferimento tutti appoggiano palla su Sissochi? ma il maliano non è un regista e lo noterebbe anche il mio gatto, molto bene il colored in interdizione e in qualche puntata offensiva.

Pepe corre, tenta delle giocate di fino, fa il suo lavoro, è pagato per questo.

Lanzafame nota positivissima della serata, torna ad aiutare la difesa, si propone a centrocampo e spinge bene sulla fascia ma il Dio del calcio non è stato generoso con lui, mi spiace molto.
Ci sarebbe servito Di Maria soldi permettendo.

Amauri un vecchio leone che tenta ancora di mordere e spesso ci riesce pure, dimagrito moltissimo fa il suo lavoro in modo egregio, sta cominciando finalmente a meritarsi la paga.

Diego non è un pallanuotista, è un brasiliano fighetto abituato a correre per i prati tagliati alti del suo paese, non è la sua partita.

Entra Del Piero e noi tifosi juventini d'incanto torniamo a vedere la luce di quella che fu la Juve di tanto tempo fa (il calcio brucia la lancetta dell'orologio in modo inesorabile), colpi di genio e Amauri lo applaude, poi una punizione moderna, una di quelle che col pallone di cuoio non la facevi neanche col cannone ma la mascella vedendo la traiettoria di quel tiro cade inesorabilmente per terra, il Dio del calcio da tutto ad un giocatore e pochissimo agli altri...

Ingiustizia.........?

Delneri è l'allenatore del presente, quello che ci serviva per ricostruire dalle maceria la Juventus che verrà, esce dal campo sporco di calcinacci e di gesso ma esce da vincitore...

Vecovaro

Dedica ai tifosi che hanno occhi per guardare, sale in zucca per capire...

">

Nuovo stadio Juventus

">

Commento:

Bando alle ciancie Noi siamo il Futuro, Noi siamo i Fatti, Noi siamo la Juventus...

Juventus vs Shamrock Rovers 1-0 Gol Del Piero

">

Commento:

Che dire? Il miglior giocatore degli utlimi 20 anni, Zidane o non Zidane...

Interviste DelNeri Del Piero Juventus

">

Intervista esclusiva Marotta Juventus

">

martedì 3 agosto 2010

Speciale ss24

">




speciale gigio calciomercato (amarcord...)

">

Commento:

Io lo adoro! ;)

Juve, tessera del tifoso gratis per gli abbonati


Cambia la vita da stadio con le misure antiviolenza

TORINO, 3 agosto - Osteggiata dagli ultrà, la Tessera del tifoso voluta dal Ministero degli Interni per contrastare la violenza negli stadi dalla prossima stagione diventerà obbligatoria per seguire nei settori ospiti le gare in trasferta di tutte le squadre impegnate nei campionati pro­fessionistici italiani.

JUVE IN PRIMA FILA - La Juventus è la squadra italiana col maggiore numero di tifosi e conseguentemente quella che mobilità il più alto numero di sostenitori in trasferta. Il club bianconero è stato tra i primi ad accogliere e a condividere il progetto del Ministro degli Interni, altre società invece si sono opposte mescolando la preoccupazione per il presunto tentativo di «schedatura» dei tifosi al più realistico timore di assistere a un calo di presenze negli stadi dovuto alla novità. La Juventus comunque si è attivata rapidamente per adeguarsi alle normative ministeriali e per i sostenitori bianconeri l’accesso al prezioso documento risulta piuttosto agevole, facilissimo per gli abbonati che insieme alla card per la stagione 2010-11 hanno già ricevuto gratuitamente la Tessera del tifoso. La fase dei rinnovi si è conclusa il 27 luglio (11.400 gli abbonamenti venduti, il 22,5% in meno rispetto a quelli dell’anno scorso) ed attualmente è in corso la vendita libera di tutti i posti restanti, che si concluderà il 7 agosto. Per chi volesse invece acqui stare individualmente la Tessera del tifoso il club bianconero ha creato la Stadium Member che al costo di 10 euro annuali prevede: la carta ricaricabile sulla quale sarà attivata la Tessera del tifoso, 3 mesi di accesso al sito member, 3 mesi di ricezione della newsletter e 3 mesi di utilizzo dell’e-mail account personalizzata. Tutte le operazioni per acquistare la Tessera potranno essere effettuate esclusivamente sul sito juventusmember.com dove viene spiegato in modo dettagliato come inviare le foto necessarie per il rilascio del documento. Ricordiamo che tutti i dati personali comunicati dai tifosi sono conservati solo dalle società sportive e utilizzati (nel rispetto delle legge sulla pri vacy) per promuovere tutte le attività e agevolazioni offerte ai propri clienti. L’attività degli organi di polizia, nell’ambito del progetto Tessera del tifoso, si limita all’esclusivo accertamento di eventuali situazioni in contrasto con la concessione del documento. Le Que­sture devono cioè avere la possibilità di verificare che il richiedente non sia soggetto a eventuali Daspo o stia scontando condanne per reati da stadio.

da Tuttosport

Contratti fai da te modello Juve: oggi prove di pace in Federazione


Incontro Lega-Aic per evitare lo sciopero. Beretta: «Meritocrazia, il mondo è cambiato»

Agitate le armi dello scontro a inizio luglio, la firma dei contratti liberi da una parte, la minaccia di sciopero dall'altra, Lega calcio di A e Associazione calciatori s'incontrano oggi a Roma al tavolo della Figc, convocati dal presidente Giancarlo Abete. L'avvio dei colloqui di pace, che sarà sigillata solo con l'accordo per il nuovo contratto collettivo: scaduto il vecchio, il 30 giugno scorso, ci si era subito affacciati alla guerra. Al solito, con reciproche imputazioni di responsabilità. Colpa della Lega di A, grida il sindacato, rea di aver fatto firmare ai giocatori contratti «liberi», soggetti solo alle norme dell'ordinamento statale. Macché, ribattono dall'altra parte, è l'associazione calciatori che è ancorata a un modello spazzato via dai tempi.

Alla vigilia, il numero uno della Lega inviava messaggi positivi, come da menù: «È un primo incontro al quale arriviamo molto fiduciosi - ha detto Maurizio Beretta - finalmente si apre un tavolo negoziale e si parte da un punto molto significativo per noi, come il parere dell'Alta corte (presso il Coni, ndr) che ha escluso una proroga degli accordi decaduti». S'annuncia battaglia, invece, perché pure il giureconsulto richiesto dalla Figc è stato letto in modi radicalmente opposti. La controparte, per esempio, ha posto l'accento sul necessario ok della Figc ai contratti, e sulla minaccia del commissario ad acta per la Lega, se il caos continuerà. Un punto pare però incontestabile: quei contratti, i contratti “liberi” «sono validi», ha detto l'Alta Corte. Certo, se rispettano l'ordinamento statale oltre alle regole e ai principi di quello sportivo: sfiorando l'ovvietà giuridica, con tutto il rispetto. Pare evidente che una clausola discriminatoria (per una legge dello stato) travolga nella nullità il contratto. Non meno elementare è che la trattativa dovrà approdare a un compromesso: il problema è che la validità di quei contratti ha di per se tracciato una frontiera, al di là della quale la Lega non tornerà indietro.

I club, insomma, non rinunceranno ai principi della rivoluzione: estrema flessibilità della percentuale di retribuzione da agganciare al rendimento (prima limitata al 50%), precise clausole sulla condotta dei giocatori e abolito il vecchio tetto alle multe (30% della mensilità netta). «Il quadro di riferimento - ha spiegato Beretta - è molto cambiato e ci auguriamo che il nuovo accordo collettivo tenga conto delle regole del financial fair play e di una spinta generale verso criteri trasparenti e meritocratici. Quindi va costruito ampliando il peso della parte variabile legata ai risultati». Insieme a Beretta ci sarà anche il consulente legale della Juve, l'avvocato Michele Briamonte, che da mesi si dedica alla materia: con Marco Motta, i bianconeri hanno depositato il primo accordo di nuova generazione.

da La Stampa

Juventus News 02/08/2010

">

Mercato Juventus 02/08/2010

">

Commento:


Ringrazio moltissimo 10superfly per la sua gentilezza e...... Per avermi ripreso pubblicamente per lo scippo dei suoi video... :)