martedì 3 agosto 2010

Juve, tessera del tifoso gratis per gli abbonati


Cambia la vita da stadio con le misure antiviolenza

TORINO, 3 agosto - Osteggiata dagli ultrà, la Tessera del tifoso voluta dal Ministero degli Interni per contrastare la violenza negli stadi dalla prossima stagione diventerà obbligatoria per seguire nei settori ospiti le gare in trasferta di tutte le squadre impegnate nei campionati pro­fessionistici italiani.

JUVE IN PRIMA FILA - La Juventus è la squadra italiana col maggiore numero di tifosi e conseguentemente quella che mobilità il più alto numero di sostenitori in trasferta. Il club bianconero è stato tra i primi ad accogliere e a condividere il progetto del Ministro degli Interni, altre società invece si sono opposte mescolando la preoccupazione per il presunto tentativo di «schedatura» dei tifosi al più realistico timore di assistere a un calo di presenze negli stadi dovuto alla novità. La Juventus comunque si è attivata rapidamente per adeguarsi alle normative ministeriali e per i sostenitori bianconeri l’accesso al prezioso documento risulta piuttosto agevole, facilissimo per gli abbonati che insieme alla card per la stagione 2010-11 hanno già ricevuto gratuitamente la Tessera del tifoso. La fase dei rinnovi si è conclusa il 27 luglio (11.400 gli abbonamenti venduti, il 22,5% in meno rispetto a quelli dell’anno scorso) ed attualmente è in corso la vendita libera di tutti i posti restanti, che si concluderà il 7 agosto. Per chi volesse invece acqui stare individualmente la Tessera del tifoso il club bianconero ha creato la Stadium Member che al costo di 10 euro annuali prevede: la carta ricaricabile sulla quale sarà attivata la Tessera del tifoso, 3 mesi di accesso al sito member, 3 mesi di ricezione della newsletter e 3 mesi di utilizzo dell’e-mail account personalizzata. Tutte le operazioni per acquistare la Tessera potranno essere effettuate esclusivamente sul sito juventusmember.com dove viene spiegato in modo dettagliato come inviare le foto necessarie per il rilascio del documento. Ricordiamo che tutti i dati personali comunicati dai tifosi sono conservati solo dalle società sportive e utilizzati (nel rispetto delle legge sulla pri vacy) per promuovere tutte le attività e agevolazioni offerte ai propri clienti. L’attività degli organi di polizia, nell’ambito del progetto Tessera del tifoso, si limita all’esclusivo accertamento di eventuali situazioni in contrasto con la concessione del documento. Le Que­sture devono cioè avere la possibilità di verificare che il richiedente non sia soggetto a eventuali Daspo o stia scontando condanne per reati da stadio.

da Tuttosport

Nessun commento:

Posta un commento